GREGORY ISAACS

15.07.1950 – 25.10.2010 

Gregory Isaacs nasce il 15 luglio del 1951 a Denham Town a Kingston Jamaica ed inizia a registrare il suo primo singolo nel 1968 per il produttore Winston Sinclair e la canzone fu ‘Another Heartache’. Poco dopo venne costituito il gruppo dei ‘Concords’ composto anche da altri due cantanti e si conoscono solo i lori cognomi Bramwell e Ponroe registrando altri due singoli intitolati ‘Don’t Let Me Suffer’ e ‘You Are The One’. Lasciato il gruppo Gregory comincia a percorrere la sua strada da cantante solista, incontrando all’inizio un produttore come Rupie Edwards e sull’etichetta Success registrerà altri singoli come ‘Too Late’, ‘Each Day’, ‘Lonely Man’, ‘Closer Together’, ‘Black & White’, ma non furono grandi successi discografici. Dopo l’inconcludente esperienza con Prince Buster registrando per lui ‘Dancing Floor’, Gregory decise di fondare nel 1970 insieme a Errol Dunkley la sua etichetta “African Museum” e registra i suoi primi successi con ‘Look Before You Leap’, ‘One One Coco Full Basket’ e ‘My Only Lover’ che riscosse un successo straordinario. Intanto Errol Dunkley usciva dall’African Museum per collaborare con un altro produttore quale Jimmy El Rodway e Gregory da solo continuò il percorso di artista e produttore ma a causa di problemi economici tornò nuovamente a registrare per altri discografici come i singoli ‘Open The Door To Your Heart’ per Roydale Anderson, ‘Your Smiling Face’ per Lloyd Campbell e per Phill Pratt la canzone ‘All I Have Is Love’ e fu la prima grande ‘hit’ di Gregory dimostrando tutta la sua forza e l’energia del puro lovers style di cui lui è il principale protagonista nell’intera storia del reggae.

Nel 1974 la seconda grande hit fu registrata dal grande e serio produttore come Alvin Ranglin, con ‘Innocent People Cry’ e seguita da ‘Love Is Overdue’ gli permise di andare per la prima volta in tour in Inghilterra insieme ad Errol Dunkley. Dopo il grande clamore raggiunto durante la tourneè, e grazie al preciso incoraggiamento dello stesso Alvin Ranglin, convinse Gregory nel realizzare il suo primo album nel 1975 intitolato ‘In Person’, stampato dalla Trojans in Inghilterra, contenente tutti i singoli registrati al Treasure Isle di Duke Reid come ‘Financial Endorsement’, canzone dedicata alla povertà e ai suoi disastrosi effetti, ‘Be Careful’, ‘Dreams Come True’ e ‘Happiness Come’.

Ancora nel 1976 giunge al suo secondo album prodotto per Phill Pratt ed intitolato ‘All I Have Is Love’ dove vengono inserite tutte le canzoni registrate come singoli e le canzoni più rilevanti saranno ‘Way Of Life’, un chiaro messaggio di amore e di pace nella speranza di una vita migliore, ‘Give A Hand’, ‘Sinner Man’, ‘Promised Land’ e ‘Lonely Lover’.

Il successo continua con la preparazione del suo terzo album nel 1977 con ‘Extra Classic’ stampato dall’etichetta giamaicana ‘Micron’ e dall’inglese ‘Conflict’ contenente i singoli registrati in vari studi e da altrettanti produttori, come ‘Mr. Cop’ prodotto da Lee Perry registrato al Black Ark Studio, ‘Black A Kill Black’ un brano militante che si schiera contro quella borghesia di colore predominante in questi anni in Jamaica, ‘My Religion’ dove sulla stessa base canta Doctor Alimantado con ‘Unitone Skank’, ‘Rasta Business’ sulla stessa base di una sua canzone ‘Thief A Man’ ed ‘Extra Classic’ sono le auto-produzioni effettuate all’African Meseum, ‘Promise’ venne prodotta da Lloyd  Campbell e ‘Something So Nice’ fu la prima produzione di Michael James Williams alias Prince Far I denominato il ‘principe della pace’.

Nello stesso anno presso il produttore Ossie Hibbert registrò il nuovo album ‘Mr.Isaacs’ contenente anch’esso tutti gli ottimi singoli registrati per Hibbert, incluse le grandi hit come ‘Sacrifice’, ‘Storm’, ‘Slavemaster’, ‘Set The Captives Free’, ‘Hand Cuff’ e le due maggiori liriche con ’Mr. Knows It All’ e ‘My Time’ registrate anche nel formato discomix, dalla strabiliante esecuzione di Sly Dunbar alla batteria e da Robbie Shakespeare al basso. Il 1978 è l’anno del definitivo successo discografico internazionale, dopo vari concerti in giro per l’America, Canada, Inghilterra e in Europa, con la collaborazione di uno dei più importanti produttori giamaicani come Alvin Ranglin, raggiunse l’accordo per la realizzazione di due album ‘compilation’ chiamati però sotto uno strano nome, come se fosse finita qui l’esperienza musicale di Gregory, con il ‘The Best of Gregory Isaacs Vol. 1 e 2’.

All’interno di ciascun album troverete forse il meglio delle produzioni di Gregory nella sua forma splendente registrando ottime canzoni e nella breve lista vado ad elencarvi, nel primo volume: ‘Special Guest’, le due canzoni riprese dalle originali di Alton Ellis con ‘Breaking Up’ e ‘Willow Tree’ accompagnate da una vera e propria orchestra di ottimi musicisti come i Revolutionaires, ‘My Number One’, ‘No Speech’, ‘Tear Drops’ e ‘Freedom’.

Nel secondo invece le canzoni che risaltano le qualità vocali del ‘lovers’ per eccellenza e devozione sono senza dubbio: ‘No Footstool’, A Riot’, ‘Once Ago’, la canzone ‘Something Nice’ riveduta e corretta dopo la precedente produzione di Prince Far I come produttore, l’incredibile brano con ‘Tumbling Tears’ dove l’armonia della tastiera di Gladstone ‘Gladdy’ Anderson rende il brano ancor più magico e sulla stessa base venne registrate la Dj Version di I Roy con ‘Dread Hold The Handle’, l’ottima ‘Pay Roll’ e un’altra canzone diventata la hit in Inghilterra per qualche mese con ‘Border’ e la sua Dj version con U Brown che ha

Scaldato ed infiammato sia i suoi grandiosi concerti che durante le serate con i sound system.

Conclusa l’incredibile esperienza con Alvin Ranglin ecco arrivare il secondo contratto stipulato con l’etichetta inglese ‘Virgin’ per la registrazione di due album, il primo realizzato nel 1978 e scelto per voi, ‘Cool Ruler’, il suo soprannome che sempre lo contraddistingue, ed il secondo del 1979 dal titolo ‘Soon Forward’. L’album ‘Cool Ruler’ registrato al Channel One Studio con Sly’n’Robbie produce un nuovo stile di lovers proiettato però su basi solide della roots music, e attraverso la sua voce melodica rende il ritmo più morbido e armonioso. L’album inizia con due canzoni classiche dello stile lovers come ‘Native Woman’ e ‘John Public’ per proseguire con altre liriche dai testi più impegnativi e di protesta come ‘Uncle Joe’, diretta contro il sistema politico in generale, ma il riferimento anche alla Jamaica di quegli anni era incluso, e cantata anche in combination con Prince Far I che venne stampata solo su discomix e raro da trovare.

Con il brano ‘Word Of The Farmer’ troviamo un’altra canzone di protesta contro la pressione e l’oppressione esercitata sui lavoratori in ciascun posto di lavoro, ma all’interno dell’album ci saranno anche due interessanti cover di John Holt con ‘Let’s Dance’ e di Dennis Brown con ’Created By The Father’, oltre che alle successive canzoni prodotte da Gregory come ‘One More Time’, Don’t Pity Me’ e l’ultima canzone dell’album con ‘Raving Tonight’. Il suo successo lo porterà trionfatore ancora per molti anni fino alla fine degli anni ’80 dove registrerà decine e decine di album, singoli e discomix da ricercare nella sua maestosa discografia.

L’incontro che ho avuto con lui per la prima volta fu a Roma proprio il giorno del suo compleanno il 15 luglio 1985, quando venne per un breve tour in compagnia di Sly’n’Robbie And The Taxi Gang, e con Barrington Levy ed il gruppo dei Third World. Erano senza dubbio i migliori anni per discutere e raccontare la storia del reggae di quegli anni e quelli addietro, quindi gli feci qualche domanda su quale album tra quelli registrati fino all’85 era quello preferito o diretto alla perfezione e come miglior prodotto discografico dal punto di vista di qualità: “Ho registrato con parecchi produttori durante gli anni ’70, molte delle mie canzoni hanno fatto la storia del reggae, e credo di poter dire che le migliori produzioni che ho potuto fare sono state quelle sia con Alvin Ranglin, con Ossie Hibbert e con Augustus ‘Gussie’ Clarke, ed è stato veramente un peccato come dici tu, che i miei due volumi del ‘The Best Of’ non abbiano avuto un titolo proprio. Però anche con la Virgin ho avuto un ottimo rapporto, forse minore rispetto all’etichetta Island che pretendeva canzoni troppo ‘lovers’ ed infatti parecchi miei fans me lo dissero che non gli era piaciuto il mio passaggio presso la casa discografica di Chris Blackwell. Sia ‘Cool Ruler’ che ‘Soon Forward’ hanno un ottimo impatto musicale grazie anche a musicisti professionisti come i Revolutionaires”.

Un Mr. Cool Ruler in piena regola, i suoi messaggi d’amore, la dolcezza delle sue vibrazioni, non sempre però portano Gregory nella vita di tutti i giorni a comportarsi nelle regole giuste, uscendo dai soliti problemi quotidiani di vita come la fame, la povertà e lo sfruttamento che stanno alla base delle origini del reggae e della sua dolce protesta musicale.

 

 

DISCOGRAFIA UFFICIALE:

IN PERSON –                 TROJAN – 75

ALL I HAVE IS LOVE –        TROJAN – 76

EXTRA CLASSIC –             CONFLICT – 77

  1. ISAACS – DEB MUSIC – 77

THE MIGHTY MORWELLS PRESENTS G.I. – MORWELL ESQUIRE – 77

THE BEST OF G.I. –          GG’S RECORDS – 77

MEETS (con RONNIE DAVIS) –  PLANT – 77

SLUM IN DUB – (=NEGREA LOVE DUB) – BURNING SOUNDS – 78

NEGREA LOVE DUB – (=SLUM IN DUB) – TROJAN – 78

COOL RULER –                AFRICAN MUSEUM – 78

SOON FORWARD –              FRONTLINE – 79

SHOWCASE –                  TAXI – 80

THE LONELY LOVER –          PRE CHARISMA – 80

FOR EVERYONE –              AFRICAN MUSEUM – 80

MORE GREGORY –              AFRICAN MUSEUM – 81

THE EARLY YEARS –           TROJAN – 81

LOVERS ROCK – (Doppio Album) – contiene THE LONELY LOVER e MORE GREGORY –

PRE CHARISMA – 82

NIGHT NURSE –               AFRICAN MUSEUM – 82

THE BEST OF G.I. VOL.2 –    GG’S RECORDS – 82

THE SENSATIONAL G.I. –      VISTA SOUNDS – 82 / BURNING SOUNDS – 94

LIVE AT ACADEMY BRIXTON – (= REGGAE GREATS LIVE) ROUGH TRADE – 82

REGGAE GREATS LIVE – (= LIVE AT ACADEMY BRIXTON) MANGO – 84

JUDGE NOT con DENNIS BROWN – GREENSLEEVES – 84

TWO BAD SUPERSTARS con DENNIS BROWN – BURNING SOUNDS – 84

OUT DEH –                    AFRICAN MUSEUM – 85

PRIVATE BEACH PARTY –        GREENSLEEVES – 86

EASY –                       TAD’S – 86

ALL I HAVE IS LOVE LOVE LOVE – TAD’S – 86

VICTIM –                     C e M – 87

DOUBLE DOSE con SUGAR MINOTT – BLUE MOUNTAIN – 87

TALK DON’T BOTHER ME –       SKENGDON – 87

CRUCIAL CUTS –               VIRGIN – 87

MY NUMBER ONE –              HEARTBEAT – 88

WATCHMAN OF THE CITY –       ROHIT – 88

SLY’N’ROBBIE PRESENTS G.I. – RAS – 88

IN RED – (= UNFORGETTABLE) – TAPPA – 88

UNFORGETTABLE – (= IN RED) – ROHIT – 88

RED ROSE FOR GREGORY –       GREENSLEEVES – 88

COME ALONG –                 AFRICAN MUSEUM – 88

ENCORE –                     KINGDOM – 88

I.O.U. –                     GREENSLEEVES – 89

RESERVED FOR GREGORY –       EXODUS – 89

CONSEQUENCE –                BLACK SCORPIO – 89

NO CONTEST con DENNIS BROWN – GREENSLEEVES – 89

CALL ME COLLECT –            RAS – 90

DANCING FLOOR –              HEARTBEAT – 90

NO INTENTION –               RECORD FACTORY – 90

LOVE IS OVERDUE –            HEARTBEAT – 90

GUILTY OF LOVING YOU – (= HEARTBREAKER)- JAMMY’S – 90

HEARTBREAKER – (= GUILTY OF LOVING YOU) – ROHIT – 91

LET’S GO DANCING –           JAMMY’S – 90

AT MIXING LAB – (= FEATURE ATTRACTION) – MIXING LAB – 90

FEATURE ATTRACTION – (AT MIXING LAB) – MIXING LAB – 92

NEW DANCE –                  BG RECORDS – 91

COME AGAIN IN DUB –          ROIR – 91

SET ME FREE –                BLUE MOUNTAIN – 91

STATE OF SHOCK –             LEGGO – 91

BOOM SHOT –                  SHANACHIE – 91

G.I. AND DANCEHALL D.J’S –   PICKOUT – 92

CAN’T STAY AWAY –            VP – 92

PAST AND FUTURE –            TECHNIQUES – 92

NO SURRENDER –               GRAPEVINE – 92

OVER THE BRIDGE –            DEE JAY MUSIC – 92

HARDCORE –                   TOP RANK – 92

PARDON ME –                  RAS – 92

RUDIE BOO –                  STARTRAIL – 92

NO LUCK –                    LAGOON – 93

ABSENT –                     GREENSLEEVES – 93

HOLDING ME CAPTIVE –         VP – 93

I AM GREGORY –               JET STAR – 93

UNLOCKED –                   GREENSLEEVES – 93

COME CLOSER – (= WORK UP A SWEAT) – MELODIE – 94

WORK UP A SWEAT – (= COME CLOSER) – AFRICAN MUSEUM – 94

I’LL NEVER TRUST YOU AGAIN –  LAGOON – 94

MIDNIGHT CONFIDENTIAL – (= MEK ME PROSPER) – GREENSLEEVES – 94

MEK ME PROSPER – (= MIDNIGHT CONFIDENTIAL) – VP – 94

HEARTACHE AVENUE –            WORLD RECORDS – 94

BLOOD BROTHERS con DENNIS BROWN – GREENSLEEVES – 94

G.I. AND FRIENDS –            SHANACHIE – 94

MY POOR HEART –               HEARTBEAT – 94

DANCE HALL DON –              SHANACHIE – 94

DEM TALK TOO MUCH –           TROJAN – 95

  1. LOVE (compilation)- VIRGIN – 95

NOT A ONE MAN THING –         RAS – 95

LIVE IN FRANCE –              SONIC SOUNDS – 95

PRIVATE LESSON –              ACID JAZZ – 96

  1. COOL – (= LADY OF YOUR CALIBRE) – RECORD FACTORY – 96

LADY OF YOUR CALIBRE – (= MR. COOL) – WORLD RECORDS – 96

TWO TIME LOSER –              JAMMY’S – 96

I AM THE INVESTIGATOR –       ESOLDUN – 96

LOOKING BACK –                RAS – 96

MEETS LITTLE ROY –            SIMBA – 96

REGGAE MAX –                  JET STAR – 96

SINNER MAN –                  CONOISSEUR – 96

OVER THE YEARS –              AFRICAN MUSEUM – 96

“        VOL.2 –                “        96

“        VOL.3 –                “        97

ONE MAN AGAINST THE WORLD –   VP – 97

HOLD TIGHT –                  HERTBEAT – 97

MAXIMUM RESPECT –             GONE & CLEAR – 97

FATHER & SON – con KEVIN ISAACS – ARTISTS ONLY – 2000

I FOUND LOVE –                HEARTBEAT – 2002

IT GO NOW –                   2B1 – 2002

DUB A DE NUMBER ONE –         HEARTBEAT – 2003

DO LORD –                     XTERMINATOR – 2003

OPEN THE DOOR –               JET STAR – 2004

GIVE IT ALL UP –              HEARTBEAT – 2004