LINVAL THOMPSON

Con molto piacere e con molta gioia è arrivato in Italia un grande cantante e produttore jamaicano Mr. Linval Thompson, veterano e pioniere del roots sound fin dagli anni ’70 e dove continua ad esserlo attraverso i suoi nuovi lavori e le recenti ristampe di alcuni singoli che fecero la storia durante tutta la sua carriera.

Averlo incontrato qui a Roma il 27 Gennaio 2000 durante il suo show al CSOA Intifada con i One Love Hi-Pawa stata un’emozione intensissima, la sua voce inalterata nel tempo, dolce, pulita, nitida, piena di calore trasmettendo ottime vibes ha incantato per oltre 2 ore la platea, cantando ottime hits e ballando per l’intera serata fino alle 3.30.

Linval Thompson nasce a Kingston il 2 ott. 1954 e frequenta tre scuole, la Maxfield Park Primary, la Melrose Primary e la Kingston High School e verso la fine degli anni ’60 si trasferisce con tutta la sua famiglia negli Stati Uniti nel Queen’s a New York. Qui in America comincia a studiare le tecniche musicali e vocali che ben presto svilupper attraverso le sue prime registrazioni, ma per guadagnarsi il futuro e il successo che ottenne, inizi a cantare presso alcune discoteche e nightclub riscuotendo un ottimo consenso. Dopo appena 2 anni, nel ’74 torn in Jamaica insieme ad un altro fratello e due sorelle ed incominci a lavorare con alcuni produttori che gli diedero modo di farsi conoscere ed apprezzare, come per esempio il primo Phill Pratt per il quale registr il primo singolo ‘Jah Jah Dreader Than Dread’ e subito dopo registr presso il Black Ark Studio di Lee ‘Scratch’ Perry il secondo singolo ‘Kung Fu Man’ , nel quale Linval descrive le imprese delle arti marziali che si stavano propagando nell’isola in quel periodo.

Intanto durante questi anni in Jamaica nasceva un’altra star del reggae jamaicano, Johnny Clarke dove lo si ascoltava dappertutto, e quindi Linval fu colpito dal suo talento e dalla sua voce ed incontrato agli studi di Bunny Lee gli chiese se poteva provare alcune sue canzoni, ed il salto di qualit venne di conseguenza, grazie all’aiuto di Johnny Clarke, Linval registr il primo singolo ‘Don’t Cut Off Your Dreadlocks’ grazie anche al supporto di un altro grande maestro jamaicano, Mr. Osbourne ‘King Tubby’ Ruddock scomparso il 6 Febbraio del 1989, quindi vicino all’anniversario!!!!, il singolo divenne immediatamente un successo incredibile arrivando alla pubblicazione di un intero album nel ’76 che prese lo stesso titolo del singolo, con la registrazione di altre ottime canzoni come ‘Blood Gonna Run’, ‘Cool Down Your Temper’ e ‘Jah Jah The Conquerer’.

Successivamente nel ’78 realizza la sua prima produzione con la registrazione del nuovo LP ‘ I Love Marijuana’ stampato per la Trojan e raggiunse un successo incredibile soprattutto in Inghilterra, ma Linval inoltre mi ha specificato che la canzone ‘I Love Marijuana’ fu co-prodotta e arrangiata assieme ad un altro grande produttore, purtroppo scomparso recentemente a Londra, e suo grande amico, sto parlando di Mr. Henry ‘Junjo’ Lawes, proprietario delle 2 etichette Volcano e Arrival.

Durante il mio incontro Linval specifica il fatto che prima di registrare in studio, viene svolto un accurato lavoro di studio approfondito della musica, registrando prima in cassetta il lavoro svolto e dopo portandola a casa, l’ascolta per studiarne al meglio la stesura dei suoi testi di tutte le sue canzoni e inserirle nei miglior arrangiamenti. Il nuovo album esce nel ’79 dal titolo militante ‘Six Babylon’ dove condanna tutte le brutali azioni della polizia contro i Rasta a Kingston e in generale in tutta l’isola, con ottime canzoni come ‘Mr. Bossman’, ‘Children Must Be Fed’, ‘No Tribal War’, ‘No Confusion’ e la stessa ‘Six Babylon’.

Successivamente registra ‘Look How Me Sexy’ nel ’81 insieme a Henry ‘Junjo’ Lawes, nel quale Linval ricorda che questa canzone fu scritta inizialmente da Junjo e dopo lui l’ha finita di scrivere ed era dedicata esclusivamente alla ragazza che Junjo aveva in quel periodo.

Nel frattempo Linval produceva altri grossi nomi di notevole importanza nella storia del reggae, per esempio Freddie McGregor, Barrington Levy, i Viceroys, i Meditations, Eek-A-Mouse, Triston Palmer, Trinity, Rod Taylor, Scientist, Cornell Campbell, Al Campbell, registrando gloriosi album, senza mai interrompere l’uscita di ulteriori 45 giri sia suoi personali che dei sopra citati gruppi e cantanti.

Insomma un talento vero pieno di vitalità, condizionato solo e verso un unico obiettivo, promuovere ottimi talenti con ottimi musicisti e ottimi arrangiamenti, dove in questo caso raggiunsero l’apice del successo con l’arrivo della band più amata e più cara a Linval, cioè quella dei Roots Radics, con Errol ‘Flabba’ Holt al basso, Style Scott alla batteria e Eric ‘Bingy Bunny’ Lamont alla chitarra, quest’ultimo anche lui scomparso, lasciandoci il 31 Dic. 1993 dopo una grave malattia alla prostata, incontrato solo una volta qui in Italia allo Stadio Comunale di Fregene nel ’91 quando con la band al completo suon al concerto degli Israel Vibration + Jimmy Cliff, un concerto vergognoso per chi lo ha promosso e per chi non ha pagato nessuna lira di compenso a tutti gli artisti in questione!!

Tornando a Linval, la sua carriera di produttore-cantante continua senza sosta fino ai nostri giorni registrando altri album elencati nella colonna a fianco nella discografia e per quanto riguarda tutti gli anni ’90 con l’avvento del digitale e del computer, lui si fermato perchè ha sempre preferito il vecchio e buon sound vero e genuino del Drum’n’Bass classico, suonato con tutti gli strumenti originali con il supporto fondamentale per mezzo della sezione fiati.

Dopo l’incontro Linval mi rivela una piccola sorpresa che farà felice tutti coloro che hanno amato tutte le sue prime produzioni, nel senso che tra non molto ristamperà alcuni dei suoi più rari lavori, e posso assicurarvi che di grosse sorprese ce ne saranno per tutti i gusti.

 

 DISCOGRAFIA UFFICIALE

Cool Down – Clocktower – 76

I Love Marijuana – Trojan – 78

Six Babylon – Clocktower – 79

Love Is The Question – Burning Sounds – 79

( = Linvall ) – Clocktower

Follow My Heart – Burning Rockers – 79

( = Stay A Little Bit More ) Micron –

Look How Me Sexy – Greensleeves – 81

Baby Father – Greensleeves – 83

I Love Jah – Burning Sounds – 79

Rocking Vibrations – Burning Sounds – 80

Train To Zion (with Ranking Trevor-Wayne Jarrett) – Tuff Gong – 81

Ease Up – Taxi – 85

Starlight – Mango – 88

Rescue Lover – Glory Gold – 90

 

 

 

 

 

PRODUZIONI – ALBUMS – DI LINVAL THOMPSON

 

 

 

Al Campbell – Diamonds – Burning Sounds –

 

AA.VV. – Aces International Live And Direct – Intense Five –

 

Barrington Levy – Poorman Style – Trojan / Clocktower –

 

Big Joe – African Princess – Trojan –

 

Cornell Campbell – Sweet Baby – Burning Sounds –

 

Cornell Campbell – Superstar – Micron –

 

Dennis Brown – Temperature Rising – Trojan –

 

Eek-A-Mouse – Mouse And Man – Greensleeves –

 

Eek-A-Mouse – Skidip – Greensleeves –

 

Eek-A-Mouse – Bubble Up Yu Hip – Thompson Sound –

 

Freddie McGregor – Big Ship – Thompson/Greensleeves –

 

Freddie McGregor – Rhythm So Nice – Thompson Sounds –

 

Freddie McGregor – Jah Works – Clocktower –

 

Freddie McGregor – Early Days Of Freddie – Sonic Sounds

 

Gregory Isaacs – Dem Talk Too Much – Trojan –

 

Johnny Osbourne – Nightfall – Jah Guidance –

 

Meditations – No More Friend – Greensleeves –

 

Mystic Eyes – Mysterious – Burning Sounds –

 

Ranking Dread – Girls Fiesta – Burning Sounds –

 

Roots Radics Band – Scientist And Jammy Strike Back – Trojan –

 

Scientist Meets The Space Invaders – Greensleeves –

 

Scientist Encounters Pac Man – Greensleeves –

 

Scientist & Prince Jammy – Dub Landing Vol.2 – Starlight –

 

Trinity – Have A Little Faith – Micron –

 

Trinity – Rock In The Ghetto – Trojan –

 

Triston Palmer – Joker Lover – Jah Guidance –

 

Triston Palmer – Settle Down Girl – Trojan –

 

Viceroys – We Must Unite – Trojan –

 

Viceroys – Bredren & Sistren – CSA –

 

Wailing Souls – Wailing – Jah Guidance