MICHAEL ROSE

Nato a Kingston l’11 Luglio del 1957 dopo aver trascorso quasi 10 anni insieme agli altri componenti dei Black Uhuru, Michael nel 1988 continua la sua carriera da solista, per iniziare un suo percorso artistico/musicale da leader indiscusso.

La sua voce carismatica e trascinante rende ogni sua produzione, ricca di ballate melodiche ma anche di combinations con altri artisti, sempre più interessante nel sempre più complicato mondo discografico del reggae, specialmente durante gli anni ’90 ed i primi del terzo millennio.

L’affiancamento immancabile di musicisti del calibro di Sly’n’Robbie arricchiscono la ritmicità delle sue canzoni, e attraverso la sua voce è impensabile non ricordare il periodo d’oro dei Black Uhuru agli inizi della loro carriera, ed infatti dal vivo Michael Rose affascina e trascina a se tutti i musicisti oltre che a tutto il suo pubblico ed i fans affezzionati di lunga data che lo seguono incessantemente.

Inizialmente Michael ha collaborato con la “Taxi” label di Sly’n’Robbie, e durante gli anni successivi registra parecchie canzoni presso altri produttori e altre etichette come: Penthouse, Tappa Records, High Power, Record Factory, Star Trail e anche con Niney “The Observer” Holness, riscuotendo anche svariati premi come il “Grammy Award”.

Il salto di qualità arrivò quando Michael firmò il contratto con la stupenda etichetta “Heartbeat”, vera pietra miliare del mercato discografico della musica reggae. Molti sono gli albums che ha registrato da solista, ma da sottolinearne qualcuno, potrei consigliare “Sly’n’Robbie Present The Taxi Session”, “Nuh Carbon” inclusa la version di “Too Experience” di Barrington Levy, ma originaria di Bob Andy, ed ancora “The Voice Of The Ghetto” (uguale a “Rising Star”, quindi fate attenzione al doppione!) e lo stesso “Michael Rose” stampato per l’Heartbeat.

Dopo averlo incontrato al “Rototom Sunsplash” del 2000, dopo che la prima volta che lo incontrai era ancora con i Black Uhuru a Roma nel luglio del 1986 per uno strepitoso concerto organizzato dalla “Good Stuff Promotion” dove lavoravo, mi ha colpito la sua incontenibile forza di spirito e di volontà, con una decisa voglia di continuare il percorso da solista sempre alla ricerca di nuove liriche dai testi attuali e moderni molto più vicini di un tempo e colpito anche dai gravosi problemi che il mondo sta andando incontro ultimamente.

 

DISCOGRAFIA ALBUMS

PROUD – RCA – 1990

SLY’N’ROBBIE AND THE TAXI GANG PRESENTS M.R. TAXI – 1994

KING OF GENERAL – HIBRITE – 1994

RISING STAR – (=THE VOICE OF THE GHETTO) RECORD FACTORY- 1995

THE VOICE OF THE GHETTO – (=RISING STAR) VP – 1995

MICHAEL ROSE – HEARTBEAT – 1995

BE YOURSELF – HEARTBEAT – 1996

BE YOURSELF DUB – HEARTBEAT – 1996

RUDE BOYS – HEARTBEAT – 1996

BIG SOUND FRONTLINE/DUBWISE – HEARTBEAT – 1996

NUH CARBON – GREENSLEEVES – 1997

DANCE WICKED – HEARTBEAT – 1997

DUB WICKED – HEARTBEAT – 1997

PARTY IN SESSION LIVE – HEARTBEAT – 1998

XUHURU – TABOU 1 – 1999

SELASSIE SHOWCASE – FASHION – 1999

LIVE AT MARITIME HALL SAN FRANCISCO – 2B2 – 2000

BONANZA – HEARTBEAT – 2000

NEVER GIVE IT UP – HEARTBEAT – 2001

 

DISCOGRAFIA DISCOMIX

MICHAEL ROSE DA SOLISTA 1972 – 1976

Born Free – Attack

Let Him Go/Elington Rock/Babylon Grandson/Herb Man Rock

(Michael Rose and Black Sound Uhuru) – Darace (Canada)

Natural Mystic / Mystic Version – Jammy’s

Michael Rose con i Black Uhuru 1977 – 1984

Natural Mystic / Sorry For The Man – Third World

Bad Girl / African Love con Dj Style Version di Scorcher e Nicodemus – Jammy’s

Eden Pon Them – Beardie

Wood For My Fire / Words Of The Father – D.E.B. Music U.K.

Shine Eye / Licking Stick – D-Roy

Plastic Smile / Guess Who’s Coming To Dinner – D-Roy

Guess Who’s Coming / Sinsemilla discomix – Island

Rent Man / Resident Area con Dj Version di Jah Grundy – Joe Gibbs

Sponji Reggae / Sponji Reggae discomix – Island

Sponji Reggae / Trodding – Island

Sodom, Slaughter, Youth of Eglington, Big Spliff – Mango

Darkness / Dub of Eglington – Island 10″ disco

Chill Out / Right Stuff – Island

Right Stuff / Mondays / Killer Tuesday version – Island 10″ disco

What is Life / Solidarity / Party Next Door – Island

What Is Life (3 mix promo) – 4th and Broadway

Party Next Door / Party In Session version – Mango

Party Next Door (3 mixes) – Mango

 

Michael Rose da Solista 1985 – 2002

Bogus Badge – Germain/Revolutionary Sounds

Mother and Child Reunion (2 mix) / Richie The Rich – RCA

Keep The Fire Burning (Dump The Lump) – BMG

Mr. Mention / version b/ “Having My Baby” by Junior Moore – Taxi

Stalk of Sensimenia / “Have U Woman Ever Left” by Little General – StarTrail

Leave The Spechie – Penthouse

Burning Down Rome (con Junior Reid) – JR Productions

One A We, Two A We (3 mix) – Taxi

Last Chance / Mix (version) – Ruff Cutt Music

Hitler b/w Hail Hitler by Lieutenant Stitchie – Charm Records

Don’t Mess With No Gangster / “If It’s Me Your Loving” by Dennis Brown e “Smile” di Thriller U

Thompson Sound

Bad Boy (3 mix) – Taxi

Christian Soldiers (2 mix) – Charm

Hot Stick e B-Side “No More Weapons” by Willie Williams – Charm

Short Temper (6 mix) – Heartbeat

Shine Eye Gal (6 mix) – Epic

Ouncey Boy – Record Factory

Badder Than You (4 mix) / Short Temper – Heartbeat

Short Temper (6 mix) 12″ disco – Heartbeat

Run Them a Run / Didn’t Want To Say Goodbye / Goldmine (“Run Them” version)

Mafia and Fluxy

Money – Greensleeves

Rush On the Tonic / Ganjaman Version – Maximum Sound

Pollution/version – Rapid Records

Rude Boys (5 mix) / I Love King Selassie – Heartbeat

Love Is What We Need (2 mix) – High Power

Give A Little (Pretty Looks Isn’t All Rhythm) – High Power

Dangerous / Dangerous (2 mix )

Imaj b/w “Armagiden Time” di Willie Williams / Version

General Penitentiary (3 mix) – Penthouse

Calling My Name – Fat Eyes

I Love King Selassie (3 mix) – Fashion

Need Love – East Coast